Wannabe Campagnole senza glutine

Il sapore dei biscotti inzuppati nel the è uno dei miei primi ricordi di bambina, più esattamente di mia nonna Bruna che mi preparava per merenda il the con mezzo litro di limone spremuto dentro e 5-6 generosi cucchiai di zucchero. Il tutto accompagnato da quasi una busta intera di biscotti Mulino Bianco. Per me erano i Galletti, per qualcun altro le Campagnole.

E così per vivere una reminiscenza Proustiana, questo weekend ho cercato di rifare le campagnole senza glutine, con farine naturali, ispirandomi a una ricetta di Ilaria di Non Solo Piccante, ho sostituito le farine, il latte e diminuito un po’ lo zucchero.

Con questi ingredienti ricavate circa 30 biscotti 5×5 cm:

170 grammi di farina di riso
50 grammi di fecola di patate o amido di mais
70 grammi di farina di castagne
50 grammi di latte di cocco
90 grammi di burro morbido
90 grammi di zucchero di canna
1 uovo
7 grammi dl lievito (mezza bustina circa)  o metà bicarbonato + metà cremor tartaro
1 baccello di vaniglia
sale

Sappiate che l’impasto deve stare in frigo 2 ore quindi prendetevi il giusto tempo, apritevi una bottiglia di vino (a meno che siano ancora le 10 del mattino) e preparate biscotti per tutta la settimana.

Prendiamo due ciotole: in una setacciamo tutte le farine con il lievito e un pizzico di sale. Nella seconda ciotola montiamo  burro morbido e zucchero con le fruste fino a raggiungere una consistenza spumosa.

Aggiungiamo al latte di cocco (meglio se appena appena caldo) i semi di vaniglia per aromatizzarlo.

Aggiungiamo l’uovo, sbattiamo ancora e poi iniziamo con qualche cucchiaio di farine, poi un cucchiaio di latte, poi le farine, poi il latte…e così via.

Trasferiamo l’impasto ottenuto su un foglio di carta forno e adagiamolo in uno stampo da plum cake dalla forma rettangolare (10 x 25 cm). Verifichiamo che l’impasto sia ben pressato e lasciamo in frigo per 2 ore.

Una volta che si è indurito, l’impasto si riuscirà a tagliere facilmente in forme regolari: posizionate il panetto sul tagliere e tagliate delle fette di circa 5 mm di spessore, con un colpo secco di coltello liscio. Questo creerà le tipiche spaccature ruvide sul biscotto. Tagliate eventualmente a metà la fetta di impasto per ottenere biscotti quadrati.

Inforniamo ben distanziati a 180° per 16-18 minuti, estraeteli non appena i bordi sono scuretti.

 

1 commento

  1. La farina di castagne in questi biscottini mi incuriosisce. Non avrei mai pensato a lei…
    Adesso che l’inverno si avvicina ne dovrai preparare una dose abbondante per il tè del pomeriggio.

Lascia un commento